La Scherma è uno sport di combattimento nel quale due avversari si fronteggiano utilizzando fioretto, spada o sciabola.
Per motivi di guerra, addestramento, spettacolo, onore, piacere o sport, la Scherma è stata praticata fin dai tempi antichi usando una grande varietà di armi: la spada romana, la sciabola giapponese, la scimitarra turca, la spada carolingia, lo stocco spagnolo, fino al moderno fioretto elettrico.


La Spada

E' l'arma che per tecnica e regolamento più si avvicina al reale duello. 
Come il fioretto essa è un arma da punta, ma non esiste "convenzione": tutto il corpo dell'avversario è bersaglio valido. 
La stoccata viene assegnata a colui che tocca per primo. Se entrambi gli schermidori si toccano entro 1/25 di secondo l'apparecchio di segnalazione attribuisce un "colpo doppio" con accredito di un punto ad entrambi gli atleti. 
E' la specialità più matura e meditata.  



La Sciabola

E' un arma da punta e taglio.
Anche in questa specialità si applica la "convenzione". Il suo bersaglio è rappresentato dalla parte del corpo che si trova al disopra della cintura.
Il bersaglio, quindi, è più ampio, comprendendo tutta la metà superiore del corpo: il colpo non viene segnalato (come invece avviene nel fioretto) se raggiunge altre parti del corpo. Si può colpire con tutta la lama, quindi di punta e di taglio.
E' l'arma più dinamica e veloce, da preferire per chi ha un temperamento vivace e aggressivo.


Il Fioretto

E' un'arma "di punta", il che significa che per mettere a segno stoccate può essere usata solo la punta. Iniziò a essere utilizzata come arma da studio o da allenamento. Gli incontri con il fioretto richiedono una tecnica eccellente e possono essere molto animati, come gli incontri con la sciabola, o improntati alla prudenza, come gli incontri con la spada.
Il fioretto è una disciplina olimpica maschile e femminile.



Leggi anche:
- La Storia della Scherma
- Le Regole

@2007-2013 Polisportiva Scherma Bergamo