giacomo%20gazzaniga%20e%20francesco%20calabrese - Gazzaniga si qualifica ai Campionati Italiani CadettiE’ stata la città di Napoli ad accogliere, sabato e domenica, la due-giorni di gare per la Seconda Prova di qualificazione Nazionale Cadetti interamente dedicata alla spada maschile e femminile, che complessivamente ha accolto 596 atleti under17.

Per la Scherma Bergamo una grande soddisfazione grazie a Giacomo Gazzaniga che classificandosi al 14° posto riesce a staccare il pass per i Campionati Italiani under 17, gara riservata ai migliori 36 atleti Cadetti (anni 14-15-16). Un risultato importantissimo e meritato per il giovane atleta bergamasco classe 99, che al suo primo anno da under 17 riesce subito a centrare l’obiettivo principale della sua stagione, continuando ad essere tra i primi atleti d’Italia su 478 partecipanti.

La stessa gara oltre a qualificare i primi 36 atleti per i Campionati Italiani Cadetti, qualificava il 30% della classifica delle 2 prove nazionali per la seconda prova di qualificazione Nazionale Giovani (under 20), e oltre a Gazzaniga ottengono il pass anche Andrea Rota e Ludovico Rodeschini, non qualificati per una sola posizione Gianmarco Fumagalli e Laura Rubbuano nella spada femminile.

 

gli%20atleti%20in%20gara%20a%20napoli - Gazzaniga si qualifica ai Campionati Italiani Cadetti“La scherma Bergamo con questo risultato inizia a far breccia anche nelle categorie over 14, che fino ad ora erano il nostro tallone d’Achille a causa dell’inesperienza della società dovuta ai 5 anni di vita – commenta l’istruttore e responsabile di sala Francesco Calabrese – adesso siamo una realtà che sta crescendo concretamente anche nel panorama assoluto, un risultato meritato che premia gli sforzi di tutto lo staff dalla segreteria agli istruttori al preparatore atletico”.

 

Risultati:

Spada Maschile: 14° Giacomo Gazzaniga, 84° Gianamarco Fumagalli, 125° Ludovico Rodeschini, 153° Andrea Rota, 326° Edoardo Moreschi, 331 Flavio Orlando.

Spada Femminile: 97^ Laura Rubbuano, 143^ Anna Maffiuletti, 246^ Gloria Macella.