gianmarco%20fumagalli%20e%20giuseppe%20di%20bernardo - Fumagalli e Di Bernardo approdono alle nazionali, successo alla Festa del Borgo.Riparte da Pavia la stagione agonistica 2014/15 per la Scherma Bergamo, dove si è svolta la prima prova regionale di qualificazione assoluti (over 14) di spada femminile e maschile che ha segnato un record di partecipazione per la Lombardia in entrambe le gare.

Nella spada maschile il tasso tecnico della gara è stato molto elevato con 207 iscritti e ben 2 medaglie olimpiche in competizione per staccare un pass valevole per la qualificazione alle fasi nazionali di Ravenna, che si svolgerà tra 15 giorni. Per la Scherma Bergamo parteciperanno Gianmarco Fumagalli qualificato con il 28° posto e Giuseppe Di Bernardo con il 41° posto. A loro vanno i complimenti della società per un traguardo complicato da raggiungere frutto di tanto lavoro e impegno, impegno che di certo non manca a tutti gli atleti societari non qualificati che indubbiamente hanno dato il massimo per ottenere la miglior prestazione possibile.

 

festa%20del%20borgo%201 - Fumagalli e Di Bernardo approdono alle nazionali, successo alla Festa del Borgo.Simultaneamente la Scherma Bergamo  ha partecipato ad una manifestazione cittadina molto rinomata, “la Festa del Borgo”, che ha coinvolto tutta la via Borgo Palazzo in una grande festa con migliaia di persone presenti che ha formato un fiume lungo un chilometro e mezzo grazie ad un evento a cielo aperto con sport, giochi e musica.

 

I risultati:

Spada Femminile: 52^ Francesca Paganotti, 58^ Laura Rubbuano, 73^ Federica Azzolari, 74^ Laura Accardi, 84^ Gloria Macella, 86^ Claudia Pesenti, 98^ Enrica Sonzogno, 111^ Lorena Corna;

 

Spada Maschile: 28° Gianmarco Fumagalli, 41° Beppe Di Bernardo, 63° Andrea Rota, 66° Giacomo Gazzaniga, 89° Tommaso Casati, 113° Andrea Pinotti, 127° Nicola Bernareggi, 135° Giacomo Locatelli, 156° Ludovico Rodeschini, 160° Luca Quadri, 162° Andrea Brenbilla, 170° Giulio Gavazzeni, 173° Roberto Piazza, 179° Mario Villa, 182° a pari merito Gabriel Galati e Dario Mansi, 190° Lorenzo Rota, 191° a pari merito Flavio Orlando e Francesco Invernizzi.