Forlì è stata la città romagnola che ha ospitato i primi titoli tricolori della stagione agonistica 2019/20, alle tre armi, per le categorie under 23 (atleti nati tra il 1997 e il 2002).

La Pol. Scherma Bergamo presente con i suoi atleti nella sola spada,  è rimasta  lontano dalle medaglie più ambite fermandosi con il suo piazzamento migliore ai sedicesimi, grazie alla buona prestazione di Maria Pasinetti sconfitta da Arianna Buschini di Novara. Per Maria dunque un 30° posto frutto di un girone equilibrato che l’ha proiettata di diritto al turno di eliminazione diretta da 128 atlete superando Ester Fraciotta di Latina per poi continuare in quello successivo da 64 tiratrici superando Asia Bernardini di La Spezia.

Al maschile sfumano le ambizioni tricolori per Giacomo Gazzaniga 58° , sconfitto ai 32esimi dal compagno di nazionale under 20 e Carabiniere Marco Balzano, stessa sorte al 56° posto per Mario Villa sconfitto dal Poliziotto Valerio Cuomo.

Rincuora invece il Gran Premio Italia Under 23 per società, dove nella spada a vincere sono le Fiamme Oro, mentre la Scherma Bergamo si classifica al 13° posto, nonché prima realtà lombarda in Italia. Un merito che da lustro e valore a tutto lo staff tecnico della Scherma Bergamo.